martedì 22 giugno 2010

500 giorni insieme: recensione del film di Mark Webb con Joseph Gordon-Levitt


Chi si aspetta, leggendo il titolo, che 500 giorni insieme sia la classica commedia romantica di stampo hollywoodiano si sbaglia ed è proprio il regista ad eliminare ogni dubbio già a inizio proiezione.  500 giorni insieme è un film particolare, curato come raramente accade nelle pellicole che trattano di romanticismo ed amore, che ha ottenuto un ottimo successo al botteghino americano e diverse nomination e critiche favorevoli, a partire dal Sundance Festival durante il quale è stato presentato.
Il film narra dei 500 giorni durante i quali si articola la storia di amore fra i due protagonisti: Tom, laureato in architettura ma creativo dipendente di un editore di biglietti di auguri (scrive e disegna biglietti) e Summer (nella versione italiana è tradotta in "Sole" e si perde il gioco di parole ed il riferimento al titolo originale "500 days of summer"), assunta come segretaria del capo di Tom, che per scelta di vita rifugge i rapporti duraturi.  
La particolarità di questo film è quella di ripercorrere la storia di Tom e Summer secondo un filo logico a prima vista confuso, passando da un giorno all'altro del rapporto, attraverso continui flashback e flashforward, intervallati da una bella vista di un parco che attraversa le stagioni insieme a loro, allo scorrere avanti e indietro, saltellando da una stagione all'altra dei loro cuori, della numerazione progressiva dei giorni insieme. 

Nel rapido passaggio da un giorno all'altro, il regista si sofferma molto sui giorni in cui il rapporto sta prendendo forma e dedica solo veloci flash a quelli in cui questo si sta consumando, permettendo, piano piano, nonostante la narrazione non segua un filo temporale definito, allo spettatore di ricostruire pregi e difetti della coppia, comprendendo le ragioni dell'uno e dell'altra, i loro punti di forza e le loro debolezze, quello che realmente è e quello che appare agli occhi di una persona innamorata.  Per meglio comprendere quanto sopra scritto va sottolineato che dei fatidici 500 giorni insieme, i due si frequentano solo per  250-260 , esclusi i primi di corteggiamento e buona parte della seconda metà, in cui Tom cerca prima di riconquistare la propria amata e poi di farsene difficilmente una ragione del fatto che sia realmente e definitivamente persa.  Gli eventi e la saggezza inattesa della sorellina adolescente (personaggio che crea non pochi spunti divertenti) consentiranno al protagonista di riprendere possesso della propria vita e dei propri sogni, grazie anche e sopratutto al fallimento  annunciato fin dall'inizio di una storia di amore.
Originale, a tratti divertente e solo in alcuni punti un po' lento, 500 giorni insieme è un film che si può vedere e si fa vedere.  Va sottolineato che il regista Mark Webb approfitta del film per diverse citazioni ed omaggi: da scene che ci si aspetta di vedere in un musical, alla visione di piccoli spezzoni di capolavori come Il Laureato. Ottima la colonna sonora.

Giudizio complessivo: @@@ 1/2

Film adatto ai bambini per l'assenza di scene violente e di sesso. 


Il trailer:

3 commenti:

Gegio ha detto...

Aumenta la curiosità, anche perché c'è una delle bellezze di Gegio, quella Zooey Deschanel dentro i cui occhi mi perderei volentieri.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

altro mio cult personale!
ma sei stato avaro nel giudizio ;)

Anonimo ha detto...

Penoso...

Posta un commento

nota bene

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001.
L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.