sabato 20 novembre 2010

Piovono polpette (2009): recensione del film d'animazione prodotto dalla Sony


Piovono polpette è un lungometraggio d'animazione prodotto dalla Sony Pictures uscito nelle sale cinematografiche italiane il 23 dicembre 2009 in 3D. 
Il film è palesemente una divertente parodia del genere catastrofico che tanto successo ha riscosso e riscuote ad Hollywood e dintorni, con citazioni più o meno esplicite a classici del genere da Indipendence Day a Twister, passando per Armageddon.
A differenza delle pellicole d'animazione prodotte dalla Disney Pixar, questo film è indirizzato sopratutto ad un pubblico giovane, mentre gli accompagnatori adulti possono divertirsi ad individuare le tante citazioni ai film di genere e riflettere su alcuni spunti incentrati in prevalenza sulla cattiva alimentazione di buona parte della popolazione statunitense.
Cloudy With a Chance of Meatballs, questo è il titolo originale di gran lunga più riuscito della traduzione italiana, è incentrato sulla storia del giovane Flint Lockwood, aspirante genio sin da bambino, il quale ha un laboratorio costruito al posto della più classica casa sull'albero, sotto certi aspetti simile a quello del piccolo protagonista de "il laboratorio di Dexter".  Geniale e maldestro, le invenzioni di Flint non sortiscono quasi mai gli effetti desiderati. Proprio quando sta per cedere alle insistenti richieste del padre di abbandonare i sogni di gloria per dedicarsi alla più realistica gestione dell'attività di famiglia, proprio quando i cittadini della piccola isola di Swallowmarina lo considerano un pasticcione e combina guai,  un ultimo progetto sfuggito al controllo e lanciato per errore in cielo darà a lui fama e gloria enormi.

Gli spunti su cui riflettere sono diversi, dalla crisi che attanaglia la cittadina di Swallormarina, tanto legata alla unica, grande fabbrica di sardine in scatola dal seguirne le infauste sorti fino a cercare di diventare un'attrazione turistica dedicata alla sardina con tanto di star locale (il bambino della pubblicità oramai cresciuto ed adulto che, parodisticamente riprendendo la pubblicità di un notissimo marchio di solari, ancora gira in mutandoni bianchi alle cerimonie) ad un certo modo di fare dei politici locali,  dal problema dell'obesità e dell'utilizzo incontrollato di alimenti altamente dannosi per l'organismo se presi in eccesso, a quello dello smaltimento dei rifiuti.

Il film d'animazione nel suo complesso è piacevole da vedere, anche non in 3D.  Nulla a che vedere con i film Pixar...

giudizio complessivo: @@@1/2

1 commenti:

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Le tecniche d'animazione diventano sempre più sofisticate rendendo imperdibile la visione, come in questo caso.

Posta un commento

nota bene

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001.
L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.