lunedì 4 aprile 2011

Amici, amanti e... recensione del film con Natalie Portman e Ashton Kutcher


Amici, amanti e... (titolo originale No strings attached, "senza legami") è una divertente commedia diretta da Ivan Reitman, noto per essere stato regista di pellicole "cult" come Ghostbuster, i Gemelli e per aver diretto Arnold Schwarzenegger in altre commedie (Junior, Un poliziotto alle elementari). 
Nel film, uscito nelle sale cinematografiche il 25 marzo 2011, il padre dell'oramai celebre Jason (regista di Juno) gioca con il sesso ammiccando sia a pellicole giovanilistiche di sapore un po' datato (anni '80) che ad alcune serie televisive americane più recenti.  Il risultato è una pellicola godibile e piacevole, il cui tema principale è il sesso o, sarebbe più corretto, il parlare del sesso in modo esplicito, con riferimenti a prestazioni e quant'altro dà la possibilità alla censura italiana di catalogare la pellicola con un Vietato ai Minori di 14 anni, nonostante le scene di nudo siano più sobrie e "vestite" di molti film di Natale e di buona parte delle fiction proiettate sulle tv generaliste in prima serata.  Anche se un po' sboccati, i dialoghi fra i protagonisti risultano spesso talmente divertenti da scatenare risate fra le file del pubblico in sala, mentre per quanto riguarda la trama, va segnalato che in diversi punti il ritmo sembra rallentare un po' troppo, dato che la   sensazione è quella che la durata della pellicola sarebbe potuta essere inferiore ai 108 minuti finali.  
Natalie Portman è come sempre  piacevole da  ammirare, a suo agio nell'interpretare Emma, giovane dottoressa che rifugge i sentimenti e le relazioni stabili per paura di soffrire.  Un po' "gigionesco" come al solito ma comunque discreto nell'interpretazione,  Ashton Kutcher si adatta perfettamente, da ex-modello quale è , al ruolo di seduttore ed inesauribile amante.  Ad impreziosire la pellicola è  Kevin Kline, che diverte nei panni di  una macchiettistica ex stella di serial televisivi, immaturo e giovanilista al punto tale da iniziare a frequentare le ex-ragazze del figlio o dall'andare in overdose di sciroppo della tosse nel tentativo di "sballarsi" insieme alla giovane amica.  Seppur con diversi limiti e con l'utilizzo di idee non sempre originali, Amici, amanti e ...  diverte ed intrattiene il pubblico quel che basta per far sì che la pellicola possa risultare ampiamente "vedibile",  con qualche riflessione non scontata sul rapporto che i giovani di oggi hanno con il sesso e con un finale, questo sì scontato, in perfetto stile hollywoodiano.


Giudizio complessivo: @@@1/2


Di seguito è descritta parte della trama del film.
Emma ed Adam si incontrano la prima volta da ragazzini in campeggio estivo, consci di essere un po' strani e non molto ferrati in argomento sessuale, a differenza dei coetanei tutti presi in effusioni all'ombra dei gazebo e degli alberi. Passano gli anni, quindici, e sono pochissimi gli incontri fortuiti. Il giorno in cui scopre che il padre (Kevin Kline), famoso attore di serial tv, si è fidanzato con la sua ex-compagna, Adam, divenuto assistente alla regia in una serie tv simil-Glee, inizia a inviare messaggi a tutte le ragazze conosciute per cercare chi volesse avere un rapporto sessuale con lui. Smaltita la sbronza, si ritrova nudo, con solo un asciugamano a coprire le parti intime, sul divano di casa di un gruppetto di medici del pronto soccorso dell'ospedale: un gay e tre donne, una delle quali è proprio Emma. Imbarazzatissimo, scoprirà di non aver avuto alcun rapporto con nessuna di loro. Entrato in stanza della avvenente dottoressa per recuperare i pantaloni, avrà un rapporto con lei e i due decideranno poi di diventare "trombamici" ( questa la colorita e divertente parola utilizzata nel doppiaggio), ovvero amici di letto e che tale rapporto terminerà allorquando uno dei due inizierà a provare sentimenti forti per l'altro/a.


Questa recensione verrà pubblicata anche nel "laboratorio napoletano".

3 commenti:

persogiàdisuo ha detto...

Devo ancora vederlo, spero di trovarlo anche io piacevole come dici!

Fabrizio Reale ha detto...

E' divertente, un po' sboccato (nulla a che vedere coi nostri cinepanettoni) e tratta di sesso in maniera leggera e simpatica...

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

non ancora visto ma già solo la presenza di natalie portman lo rende imperdibile! :)

Posta un commento

nota bene

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001.
L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.